ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06282016-181436


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
BORTOLOTTI, CHIARA
URN
etd-06282016-181436
Title
Le scorie della modernità: i profili penalistici della vicenda dell’ILVA di Taranto
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Martini, Adriano
Parole chiave
  • prova scientifica
  • perizie
  • penale
  • nesso causale
  • inquinamento
  • ILVA
  • diritti dei lavoratori
Data inizio appello
18/07/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
L’obbiettivo che ho cercato di raggiungere con la tesi “Le scorie della modernità. I profili penalistici della vicenda dell’ILVA di Taranto” è stato quello di dare una generale contezza della vicenda giudiziaria che ha coinvolto il grande stabilimento siderurgico dell’ILVA. Dopo una disamina storica dell’azienda e delle sue origini risalenti ai primi del Novecento, sono scesa nel merito della questione, andando ad analizzare i singoli reati contestati all’ILVA S.p.A. e, successivamente li ho contestualizzati all’interno del Codice penale, alla luce delle modifiche subite nel corso degli eventi.<br><br>Poi ho approfondito un aspetto specifico della vicenda giudiziaria, quello delle perizie, chimico-ambientale e medico-epidemiologica. In primis ho ricordato l’importanza e le problematiche connesse alla prova scientifica, in generale, come strumento probatorio all’interno del processo penale, per poi passare alla perizia in sé, rapportandola anche alla consulenza tecnica.<br><br>Infinte ho analizzato nello specifico le conclusioni delle due perizie depositate nel 2012 presso il giudice delle indagini preliminari di Taranto e tratte le conclusioni.<br><br>Ho inserito anche un breve accenno alla vicenda Eternit e alla vicinanza, ma anche alle differenze, tra questa vicenda e quella da noi esaminata.<br><br>Infine, all’interno delle conclusioni, ho voluto, poggiandomi sullo studio e sulle considerazioni svolte nelle pagine precedenti, proporre la mia conclusione e presentare la attuale situazione dell’ILVA alla luce delle recenti decisioni giudiziarie e politiche.<br><br>Ho concluso con quella che può essere un’amara prospettiva del futuro di questa grande azienda che, se avesse avuto fin dall’inizio dirigenti intenzionati a salvarla e a migliorarne la produzione, forse oggi non verserebbe in questa desolante condizione e migliaia di lavoratori non rischierebbero, oltre che il posto di lavoro, anche la salute.
File