ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06252012-092720


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
CARLINI, GIOVANNA
URN
etd-06252012-092720
Title
Il veterinario: medico, psicologo, giurista
Struttura
MEDICINA VETERINARIA
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Biagi, Giulia
correlatore Dott. Dilaghi, Daniela
controrelatore Prof. Cardini, Giovanni
Parole chiave
  • consenso informato
  • relazione
  • comunicazione
  • responsabilità
Data inizio appello
27/07/2012;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
27/07/2052
Riassunto analitico
In questi ultimi anni è cresciuta l’attenzione per argomenti legati in vario modo a quegli aspetti della professione veterinaria, non prettamente sanitari, che riguardano la complessa area della “dimensione relazionale” e l’accresciuta sensibilità nei confronti degli animali sviluppatasi nell’opinione pubblica negli ultimi decenni ha fatto aumentare di molto la soglia di professionalità richiesta dai clienti.<br>Dal punto di vista etico la mancanza di “sovrapposizione identitaria” tra paziente (animale) e cliente (proprietario/affidatario) è una questione cruciale, tanto più difficile da affrontare in quanto ad essa non sono applicabili i paradigmi normalmente usati in medicina umana. A questo proposito si evidenzia la fecondità dell’utilizzo del metodo di indagine clinica POA (Patient Oriented Approach) che prevede anche il coinvolgimento del proprietario nella così detta “alleanza terapeutica”.<br>In questo lavoro vengono esaminati i principali aspetti giuridici della responsabilità professionale, evidenziando come l’interpretazione giurisprudenziale delle disposizioni legislative su tutta la materia sia assai rilevante in particolare per quanto riguarda la questione della risarcibilità del danno non patrimoniale da perdita dell’animale d’affezione; particolare attenzione è dedicata agli articoli del Codice Deontologico relativi all’obbligo di infomazione (“consenso informato”). <br>In relazione a questi aspetti si analizza come la comunicazione sia uno degli elementi cardine nel rapporto del veterinario con i propri clienti, e vengono perciò presentate alcune strategie per acquisire le competenze fondamentali da utilizzare nell’incontro, con particolare attenzione al momento della morte dell’animale, specialmente in caso di eutanasia.<br>Vengono anche esaminati gli aspetti psico-sociali della professione con particolare attenzione al mobbing e al burn-out <br>Il lavoro comprende anche una parte sperimentale dove sono analizzati i risultati di un test sull’ansia dei proprietari, anche al fine di ribadire come la valutazione della componente psicologico-emozionale sia fondamentale per il successo terapeutico.
File