ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06242016-080243


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CAMPANILE, GIULIA
email address
giulia1389@live.it
URN
etd-06242016-080243
Title
Educare alla pace: due metodi a confronto
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
SCIENZE PER LA PACE: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E TRASFORMAZIONE DEI CONFLITTI
Commissione
relatore Prof. Valdambrini, Andrea
correlatore Dott.ssa Di Luca, Elisabeth
Parole chiave
  • violenza
  • violence
  • society
  • società
  • scuola
  • school
  • peace studies
  • peace education
  • Parknas
  • Nuclear wapons
  • nonviolenza
  • Montessori
  • Makiguchi
  • Galtung
  • Freire
  • educazione alla pace
  • educatore
  • education
  • disarmo
  • disarmament
  • conflicts resolution
  • Capitini
  • attivismo
  • arminucleari
Data inizio appello
26/09/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
26/09/2086
Riassunto analitico
Questa tesi nasce dal desiderio di individuare dei metodi che permettano alle persone di percepirsi in connessione con le altre e che prendano consapevolezza del fatto che il cambiamento avviene grazie alle azioni di singoli individui, che si assumono la responsabilità di partecipare alla creazione di una nuova cultura di pace. <br>Fra i tanti metodi ho scelto quello di Lennart Parknäs, in cui l’idea principale è che, per rendere attive le persone nei diversi ambiti della vita sociale e politica, c’è bisogno di un percorso che richiede l’esplicitazione del problema, il riconoscimento delle emozioni che il problema comporta, la consapevolezza che queste emozioni sono percepite in diverse misure dal gruppo, il fatto che è possibile gestire il problema su diversi livelli di azione e che ognuno di noi può agire nel suo piccolo e con le sue capacità. Tale modello definito &#34;dall’allarme all’azione&#34;, si contrappone al modello classico di &#34;allarme – azione&#34;. L&#39;intento di questa tesi è capire se lo stesso modello possa influire anche sull’apprendimento di ragazzi e ragazze di scuole medie e superiori, utilizzandolo con la metodologia della formazione attiva e mettendolo a confronto con la metodologia dell’educazione tradizionale e il modello “allarme-azione”. Ho utilizzato i progetti del Centro Interdisciplinare di Scienze per la Pace, &#34;Liberarmi&#34; e &#34;Imparare la pace&#34;, che affrontano i temi della gestione nonviolenta dei conflitti, il disarmo interiore e il disarmo nucleare. <br>A questi progetti hanno aderito quattro scuole del territorio torinese con undici classi, per un totale di 232 studenti e studentesse, di età compresa tra gli undici e i diciassette anni. <br>Due sono state le domande fondamentali della mia ricerca: a) può la formazione attiva, unita al modello di Parknäs, rendere le persone più consapevoli delle loro potenzialità? b) Può il modello di Parknäs essere applicato ed essere efficace anche dal punto di vista dell’apprendimento? <br>Credo di poter affermare che i risultati della mia ricerca diano una conferma positiva alla tesi sull’apprendimento reso più efficace grazie all’utilizzo del modello di Parknäs.<br> <br><br><br>The goal of my thesis is to identify the methods through which people are able to perceive themselves in connection with the others and become aware that change occurs thanks to the actions of individuals, who take the commitment to act aiming at creating a new culture of peace. <br>Among the different methods available, I chose to use the one of Lennart Parknäs, whose main idea is that, to make people active in the different fields of their social and political life, there is the need for a process that requires the clarification of the problem, the recognition of the emotions that the problem evokes, bearing in mind that these emotions are perceived in different ways from the group. Moreover, the process is based on the assumption that each person can handle the problem acting differently and that each one of us is able to act, in its community, according to their capabilities. This model is called: “from alarm to action” and it is in contrast to the classic model of “alarm-action”.<br>The purpose of my thesis is to understand whether the model of Parknäs can also affect the learning of boys and girls from middle and high schools. I used the methodology of active learning and I compared it with the methodology of traditional education and the “alarm-action” model. I used the projects of the Interdisciplinary Center of Science for Peace namely “Learning peace” and “LiberArmi”, that analyse the topics of non-violent conflict management, internal disarmament and nuclear disarmament. Four schools set in the city of Turinhave joined the projects, which means that eleven classes took part with a total of 232 students both male and female, aged between eleven and seventeen. <br>Two were the core questions of my research: a) can the active learning, associated with the Parknäs model, make people more aware of their potential? b) Can the Parknäs model be applied to the learning methodology and can it be effective ? <br>I think I can affirm that the results of my research are a positive demonstration of the thesis that learning is far more effective through the use of Parknäs model.<br>
Note
La tesi in oggetto non è stata inserita correttamente nel data base dall’autore. L’autore stesso ed i relatori sono stati avvertiti di tale omissione
File