ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06232015-190901


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
MAZZONCINI, LEONARDO
URN
etd-06232015-190901
Title
Progetto per la nuova sede del centro di ricerche agro-ambientali "Enrico Avanzi" dell'Universita di Pisa presso San Piero a Grado (PI)
Struttura
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Corso di studi
INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA
Supervisors
correlatore Prof. Cinelli, Fabrizio
relatore Prof. Castiglia, Roberto
Parole chiave
  • Enrico Avanzi San Piero Ciraa
Data inizio appello
16/07/2015;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
16/07/2018
Riassunto analitico
La presente tesi, nata in collaborazione con l’ufficio tecnico della Direzione Edilizia dell’Università
di Pisa, si pone come obiettivo primario il trasferimento e l’accorpamento delle strutture del
Centro di Ricerche Agro-Ambientali (C.i.R.A.A.) dell’Ateneo Pisano presso San Piero a Grado (PI).
Attualmente la sua struttura produttiva è dislocata in maniera piuttosto caotica e disfunzionale su
tutta la Tenuta di Tombolo, un’area naturale protetta di circa 1.700 ettari di proprietà dell’Università
di Pisa dal 1963 e facente parte del più vasto Parco Naturale di Migliarino, San Rossore e
Massaciuccoli. Oltre che per necessità funzionali, il progetto per un nuovo centro aziendale
diventa obbligatorio per ottemperare alle prescrizioni del Decreto del Direttore Regionale per i
Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana n° 447/2009. Tale D.D.R. delinea una perimetrazione di
tutela indiretta attorno alla Basilica di San Piero al fine di garantire il decoro e la qualità del contesto
del Complesso Monumentale. Alcune strutture del Centro localizzate nell’area retrostante la
Basilica hanno innescato un meccanismo di degrado che, seppur circoscritto ad un’area piuttosto
limitata, incide pesantemente sulla godibilità e valorizzazione del bene.
Il secondo obiettivo riguarda la gestione e la riqualificazione dei terreni e degli immobili che si
libererebbero a seguito dell’accorpamento delle strutture del Centro. Si offre così all’Ateno di Pisa,
che si trova impegnato nella gestione e riqualificazione del patrimonio immobiliare della tenuta
di Tombolo, l’opportunità di riottenere la piena disponibilità di terreni e immobili da valorizzare,
ridestinandoli a funzioni più consone alla loro natura (residenziali, alberghiera, museale, ecc.).
L’area destinata ad accogliere il trasferimento del Centro rientra tra i terreni di proprietà
dell’Università e si colloca a ovest di San Piero a Grado, in una fascia di terreno che va da via Vecchia
di Marina al viale D’Annunzio. La zona fa parte di un territorio di alto valore paesaggistico in cui
sono tutt’oggi ancora presenti i segni della forte matrice rurale che ha da sempre contraddistinto
questi luoghi. Il progetto si colloca quindi all’interno di un più ampio intervento di riorganizzazione
architettonico-paesaggistica di un’area di 9,2 ettari che conserva la sua principale destinazione
agricolo-produttiva. Sarà quindi necessario nella progettazione del nuovo centro aziendale tener
conto dell’impatto che i nuovi fabbricati avranno nel contesto ambientale, al fine di mimetizzarsi
e risultare il più possibile integrate nell’ambiente.
File