ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06212017-135439


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
MOSA, SILVIA
URN
etd-06212017-135439
Title
La rete dell'infarto: tempi precoronarici nei pazienti afferenti all'Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE
Commissione
relatore Prof. Marzilli, Mario
correlatore Prof.ssa Petronio, Anna Sonia
Parole chiave
  • Infarto miocardico acuto
  • tempi precoronarici
  • percorso assistenziale
Data inizio appello
10/07/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
10/07/2020
Riassunto analitico
Nella provincia di Pisa sono presenti 4 U.O. di Cardiologia con UTIC: 2 a Pisa, 1 a Pontedera e a<br>Volterra. Sono inoltre presenti 2 Laboratori di Emodinamica con attività di emergenza-urgenza per<br>le sindromi coronariche acute: quello del Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare (2 sale) presso<br>l’Ospedale di Cisanello di Pisa e quello della Fondazione Gabriele Monasterio (FGM) di Pisa, S.<br>Cataldo (2 sale). Questi 2 laboratori hanno le caratteristiche dell’Hub per l’infarto miocardico acuto<br>definite dal Documento di Consenso redatto dalla Federazione Italiana di Cardiologia, del GISE e<br>della SIMEU sia per la casistica trattata che per la pronta disponibilità h 24 per 7/7 giorni la<br>settimana. Attualmente il Sistema di Emergenza Territoriale 118, gli ospedali Spoke di Pontedera e<br>Volterra afferiscono all’Emodinamica di Cisanello ed un giorno alla settimana (il giovedì)<br>all’Emodinamica di S. Cataldo. Il DEA dell’Ospedale di Cisanello e tutta l’AOUP fanno sempre<br>riferimento all’ Emodinamica del Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare.<br>Nell’ Aprile 2013 una commissione tecnica ha effettuato una revisione critica del documento<br>descrittivo del percorso assistenziale dei pazienti con STEMI nella provincia di Pisa, alla luce<br>dell’esperienza e delle Linee Guida ESC 2012; il modello organizzativo discusso si è prefisso lo scopo<br>di anticipare il momento diagnostico e terapeutico delle sindromi coronariche acute (ST-sopra e STsottoslivellato<br>a rischio molto alto), garantendo una maggiore rapidità di invio dei pazienti per<br>l’esecuzione dell’angioplastica coronarica (PCI) ed un inizio precoce della terapia antiaggregante e<br>anticoagulante.<br>L’efficienza della Rete per l’IMA ed i relativi risultati devono essere regolarmente monitorati, con lo<br>scopo di poter correggere le criticità (es. ottimizzare la quota di pazienti indirizzati alla PCI primaria,<br>correggere i tempi di trasporto, controllare l’adeguatezza e l’efficacia dei trattamenti) e di migliorare<br>il raggiungimento degli obiettivi (principalmente la riduzione della mortalità globale e della mortalità<br>preospedaliera). E’ stato peraltro evidenziato che l’implementazione delle reti, prevista dalle linee<br>guida per il trattamento dello STEMI, ha determinato un sostanziale cambiamento nella gestione di<br>questi pazienti. Inoltre la disponibilità di dati sull’analisi delle reti per l’IMA può facilitare il confronto<br>tra realtà locali, nazionali ed internazionali, ed innescare azioni di miglioramento. La struttura della<br>rete è tuttavia complessa: le relazioni ed azioni che si realizzano nel suo contesto sono numerose, e<br>la rilevazione di indicatori di qualità ed efficienza e della prognosi dei pazienti è spesso difficile. In<br>Italia esistono registri nazionali e regionali, ad oggi strumenti fondamentali per ricostruire<br>l’epidemiologia delle SCA e per capire nel tempo i differenti modelli gestionali; esempi solidi a livello<br>internazionale sono rappresentati dal registro svedese SWEDEHEART, il registro anglosassone<br>MINAP, il registro francese FAST-MI ed il registro statunitense NCDR-Action.<br>Lo studio si prefigge lo scopo di analizzare in modo retrospettivo osservazionale i risultati della rete<br>per la gestione dei pazienti affetti da STEMI nella provincia di Pisa ed afferenti all’Azienda<br>Ospedaliero Universitaria Pisana.
File