ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06162020-200845


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ANDRIANI, ROBERTO
URN
etd-06162020-200845
Title
El individuo y la multitud
Struttura
FILOLOGIA, LETTERATURA E LINGUISTICA
Corso di studi
LETTERATURE E FILOLOGIE EURO - AMERICANE
Supervisors
relatore Simonatti, Selena
correlatore Di Pastena, Enrico
Parole chiave
  • Díaz Fernández
  • multitud
  • alienación
  • ciudad
  • modernidad
  • García Lorca
  • vanguardia
Data inizio appello
13/07/2020;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
13/07/2090
Riassunto analitico
L'elaborato propone l'analisi della situazione in cui si trova l'individuo nella complicata epoca di passaggio dal secolo XIX al secolo XX. I molteplici cambi a livello politico, sociale ed economico marcano un nuovo modo di pensare e di interpretare la realtà circostante. Inoltre, il rapido avanzare della tecnologia e dell'industria contribuisce a creare nell'individuo una sensazione di perdita di certezze e di punti fermi.
Attraverso l'analisi delle opere di Federico García Lorca (Poeta en Nueva York), e Jose Díaz Fernández (La Venus mecánica), la tesi si propone come obiettivo osservare in che modo i due autori interpretano questo delicato momento storico. Da un lato, il poemario di Lorca offre un panorama inquietante della New York degli Trenta. Il poeta descrive una metropoli immensa e in continuo movimento, nella quale l'individuo difficilmente riesce a trovare un momento per riflettere e riposare. Attraverso i suoi poemi l'autore critica duramente questa realtà, denunciando gli organi direttivi responsabili (Stato, chiesa etc.). Dall'altro lato, il romanzo la Venus mecánica di Díaz Fernández parla della Madird degli anni Trenta. Allo stesso modo di Lorca, lo scrittore descrive l'ambiente dinamico in cui si muovono una serie di personaggi caratteristici dell'epoca. Anche in questo caso, l'autore denuncia alcuni stereotipi della società, dimostrando le sue idee marcatamente rivoluzionarie.
La tesi è suddivisa in cinque capitoli. Il primo capitolo funge da introduzione rispetto al contesto storico e culturale nel quale nasce e si sviluppa il pensamento vanguardista, approfondendo il contesto spagnolo. Inoltre, offre una divisione generale rispetto alle varie fasi storiche della Vanguardia.
Il secondo capitolo introuce i due autori in questione: Federico García Lorca e José Díaz Fernández. Si tratta di un panorama generale rispetto alla vita e alla produzione artistica di entrambi.
Il terzo capitolo si concentra in maniera più specifica sull'analisi del poemario di Lorca, Poeta en Nueva York. In questo appartato, si parla della storia testuale dell'opera e si introduce il testo al lettore.
Il quarto capitolo consiste nell'analisi approfondita di alcuni dei poemi dell'artista spagnolo. Oltre a mettere in luce gli aspetti principali della poetica di Lorca, in questo appartato della tesi è possibile osservare le condizioni in cui l'individuo si trova a vivere nel contesto della città moderna.
Infine, nel quinto ed ultimo capitolo della tesi si parla dell'opera di José Díaz Fernández, La Venus mecánica, con un inciso finale su un saggio dell'autore intitolato, El nuevo romanticismo.
L'obiettivo della tesi consiste nell'analizzare le due opere cercando i punti in comune tra esse. Il tema centrale dello studio è, come si indica nel titolo, la relazione tra l'individuo e la folla all'interno del contesto della metropoli. Entrambi i testi offrono una prospettiva interessante rispetto alla modernità e al ruolo dell'artista nella società.
File