ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06092009-120951


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DE PROSPERIS, LUCA
URN
etd-06092009-120951
Title
Dall'IRA (insufficienza renale acuta) all'AKI (acute kidney injury). Nuove acquisizioni e criteri di staging
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
Relatore Prof. Giunta, Francesco
Parole chiave
  • Nessuna parola chiave trovata
Data inizio appello
30/06/2009;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
PREFAZIONE<br><br>Attualmente l’insufficienza renale acuta risulta essere una delle complicanze caratterizzanti il paziente critico, spesso correlata a sepsi grave. Questo quadro patologico continua ad incidere gravemente sul tasso di mortalità del paziente ricoverato in terapia intensiva. La poca conoscenza del problema, la difficoltà nel classificare e definire con precisione il quadro clinico e la complessità della messa a punto di nuovi protocolli diagnostici e terapeutici, sembrano essere i problemi più aperti. Eviscerando dalla letteratura medica le peculiarità attualmente in discussione sul problema, questa tesi si concentra su alcuni punti: <br>1) Lo score “Risk Injury Failure Loss End-Stage” (RIFLE), ideato dall’ “Acute Dialysis Quality Initiative” (ADQI), come mezzo diagnostico, predittivo e classificativo di danno renale acuto. <br>2) Gli attuali mezzi diagnostici per rilevare un danno renale (concentrazioni seriche di urea e creatinina, output urinario) soprattutto i loro limiti clinici di predittività del danno e raffronto con gli ultimi ritrovati in campo biomolecolare, principalmente la ricerca di nuovi biomarkers capaci di essere predittivi sul danno renale (NGAL, cistatina-C, interleuchina-18, KIM-1) e non solamente diagnostici.<br> 3) Le cause e le concause più frequentemente correlate in UTI a danno renale acuto: <br>- danno renale acuto shock-indotto, <br>- danno renale acuto indotto da mezzo di contrasto e farmaco indotto<br>- danno renale acuto nella sindrome compartimentale addominale. <br>Infine uno sguardo agli ultimi approcci terapeutici, in campo intensivistico, al paziente che manifesta insufficienza renale acuta; le indicazioni e i tempi di scelta per un trattamento dialitico continuativo (CRRT), fino all’indicazione a trattamenti dialitici non continuativi.<br>
File