ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05312017-125548


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
MARINELLI, CARLA
URN
etd-05312017-125548
Title
Valutazione dello stato mutazionale dei geni RAS nel carcinoma del colon-retto: l'esperienza dell'ASREM
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
PATOLOGIA CLINICA
Commissione
relatore Prof. Paolicchi, Aldo
correlatore Dott.ssa Pollio, Anna Maria
Parole chiave
  • analisi mutazionale
  • carcinoma
  • colon
Data inizio appello
14/07/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
14/07/2087
Riassunto analitico
Il cancro del colon retto (CRC) rappresenta in Europa la terza causa di morte per tumore nel sesso maschile preceduto da prostata e polmone (13% di tutti i nuovi tumori) e la seconda nel sesso femminile preceduto dalla mammella. Come ogni patologia complessa i fattori di rischio sono sia genetici che ambientali; In Italia sono state stimate circa 52.000 nuove diagnosi di tumore del colon retto nel 2016.<br>Alla base della progressiva crescita dell’incidenza di questo tumore rispetto agli anni passati sono la diffusione dei fattori di rischio, l’anticipazione diagnostica e l’aumento dell’età media della popolazione.<br>Il carcinoma del colon retto è caratterizzato da alterazioni molecolari a carico di numerosi oncogeni e geni oncosoppressori che cooperano nel determinare la trasformazione neoplastica. Circa l’80% dei casi di CRC sono di tipo sporadico mentre il rimanente 20% è considerato di tipo familiare o legato a sindromi genetiche. Dal punto di vista istologico, i CRC possono essere classificati in: adenocarcinoma non altrimenti specificato(NAS), adenocarcinoma mucoide, carcinoma a cellule ad anello con castone, carcinoma squamoso, carcinoma a piccole cellule, carcinoma adenosquamoso, carcinoma indifferenziato. Più del 90% dei CRC è un adenocarcinoma NAS, circa il 10% sono adenocarcinomi mucoidi, mentre gli altri istotipi sono molto rari. Il modello genetico classico di tumorogenesi nel CRC venne descritto da Fearon e Vogelstein nel 1990: esso si basa su un meccanismo noto come sequenza adenoma-carcinoma che spiega in parallelo le modificazioni morfologiche e biologiche a carico dell’adenoma promosse da un progressivo accumulo di mutazioni a carico di oncogeni e oncosoppressori.<br>L’identificazione di mutazioni portate in una larga frazione di pazienti con tumori solidi e la produzione di farmaci in grado di bloccare specifici segnali dei pathways di progressione ha dato vita a un nuovo approccio terapeutico definito genomic-driven oncology . Diversi studi clinici hanno dimostrato che le mutazioni di KRAS ed NRAS sono predittive di resistenza a farmaci anti-EGFR. Scopo del presente studio è stato di valutare lo stato mutazionale dei geni RAS nel carcinoma del colon retto in un contesto regionale quale l’Azienda Sanitaria della Regione Molise (ASREM).<br>
File