ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05172010-110209


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DE ROSA, ALESSANDRO
URN
etd-05172010-110209
Title
L'instabilita della rupe del santuario di S.Maria in Castello (Vecchiano, PI): Analisi geomeccanica, modellizzazione agli elementi distinti e proposte di bonifica
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE GEOLOGICHE
Commissione
relatore Dott. D'Amato Avanzi, Giacomo Alfredo
Parole chiave
  • Analisi numerica
  • instabilità fronti di cava
  • Monti d'Oltre Serchio
  • Vecchiano
Data inizio appello
18/06/2010;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il comune di Vecchiano si estende a nord della pianura pisana ai piedi della porzione meridionale dei Monti d&#39;Oltre Serchio.<br>La zona è stata interessata nel corso del XX secolo da intensa attività estrattiva le cui tracce sono visibili nei rilievi per gli ampi e ripidi fronti di cava, pertanto le pareti rocciose sono interessate da gravi problemi di stabilità.<br>Questo studio ha riguardato la cava situata ai piedi del santuario di S.Maria in Castello adiacente all&#39;estremità settentrionale del paese di Vecchiano.<br>Le fasi di studio hanno previsto: il recupero delle informazioni storiche, geologico-strutturali e geomorfologiche dell&#39;area; l&#39;attività di campagna, tra le quali il rilevamento geologico a scala di dettaglio, raccolta di materiale fotografico, misurazione dei principali sistemi di discontinuità, prove sclerometriche e di laboratorio; la classificazione geomeccanica dell&#39;ammasso roccioso da cui sono stati ricavati i parametri fisici utili a stabilire i movimenti di scivolamento o ribaltamento dei blocchi nel modello elaborato; l&#39;uso di software GIS (Geographic Information System) e analisi numerica (UDEC 4.0) per la creazione di un modello geologico dei dissesti del fronte di cava e l&#39;analisi di stabilità del pendio; <br>infine è stata proposta un&#39;ipotesi di recupero dell&#39;area e mitigazione dei dissesti attraverso interventi di geo-ingegneria al fine di mettere in sicurezza e rivalorizzare l&#39;area.<br>In considerazione dello stato di abbandono e degrado in cui versa il piazzale di cava ed i problemi di instabilità dei fronti che minacciano le vicine strutture abitative.<br>In conclusione, questo lavoro contribuisce a riassumere il quadro conoscitivo del luogo e approfondisce i suoi aspetti strutturali e geomeccanici ai fini di una possibile rivalorizzazione dell&#39;area.<br>Il sito è da inserire tra i casi prioritari del piano di recupero delle attività estrattive (PAERP) della Provincia di Pisa.
File