ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05152016-211123


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
COSOLA, SAVERIO
email address
s.cosola@hotmail.it
URN
etd-05152016-211123
Title
Valutazione dei parametri clinici e della qualità della vita relativa alla salute orale (OHRQoL) dopo trattamento implantare full-arch a carico immediato o a carico differito: studio retrospettivo caso/controllo
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Commissione
relatore Prof. Covani, Ugo
Parole chiave
  • qualità di vita
  • OHRQoL
  • Full-arch
  • Salute orale
Data inizio appello
08/06/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
09/01/2020
Riassunto analitico
Il protocollo originale per gli impianti dentali, oggi definito “tradizionale” o “a carico differito”, prevedeva un tempo di attesa post-chirurgico di 3 o 6 mesi, rispettivamente nell’osso mandibolare e nell’osso mascellare.<br>Dopo questo tempo di attesa si poteva protesizzare l’impianto, ossia sottoporlo ai carichi biomeccanici funzionali.<br><br>Un altro protocollo, inizialmente messo da parte, ma poi ripreso alla fine degli anni ‘90, è definito “a carico immediato”. Esso prevede il posizionamento di una protesi totale provvisoria, già dopo 2-48 ore, che sottopone ai carichi funzionali tutti o alcuni degli impianti posizionati, se la stabilità primaria della fixture permette questa tecnica.<br><br>Oggigiorno la terapia implantare non deve solamente sostituire gli elementi dentari: il successo non è determinato soltanto dall’osteointegrazione dell’impianto e dal mantenimento di esso nel tempo.<br>Una riabilitazione implanto-protesica deve soddisfare il paziente anche dal punto di vista estetico e mostrare un buon impatto non solo sulla masticazione e sulla fonazione, ma anche sulla percezione che ha il paziente di sé.<br>Una riabilitazione orale deve, quindi, migliorare la qualità della vita del paziente (OHRQoL).<br><br>Secondo diversi studi in letteratura, l’impatto di una riabilitazione implantare sulla qualità della vita di un paziente è migliore nei trattamenti a carico immediato, rispetto a quelli a carico differito.<br>Tutti gli studi sull’argomento, per ora, si riferiscono ad un periodo di follow-up limitato.<br>Plausibilmente, la motivazione della differenza nella percezione del paziente, tra i due protocolli, è dovuta soprattutto al periodo iniziale.<br>Il paziente con trattamento a carico differito deve utilizzare una protesi mobile che non poggia sugli impianti inseriti, ma sulla mucosa. Inoltre, dopo il carico protesico a 3 o 6 mesi, dovrà adattarsi al nuovo tipo di protesi fissa, periodo di adattamento che, invece, nel trattamento a carico immediato, si ha già all’inizio della terapia.<br><br>Il presente studio, osservazionale retrospettivo caso/controllo, non randomizzato, prende in analisi 34 pazienti dopo un trattamento implantare full-arch secondo diversi protocolli chirurgici/protesici e dopo un follow-up che va da un minimo di 1 anno ad un massimo di 10 anni.<br>L’obiettivo è la valutazione dei parametri clinico-radiografici e della qualità della vita relativa alla salute orale, dopo la riabilitazione implantare (OHRQoL: Oral Health Related Quality of Life).<br>Quest’ultimo parametro, soggettivo, è stato valutato tramite il questionario OHIP-14.<br>La variabile predittiva primaria (tipo di carico) ha consentito l’individuazione di due gruppi messi a confronto: carico immediato, IL o gruppo test, e carico differito, CL o gruppo controllo.<br>
File