ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05112018-160102


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
BETTINI, LAURA
URN
etd-05112018-160102
Title
L'impatto dei derivati della matrice dello smalto sui markers di infiammazione sistemica dopo terapia parodontale non chirurgica: clinical trial randomizzato
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Commissione
relatore Prof. Graziani, Filippo
Parole chiave
  • parodontite
  • derivati della matrice dello smalto
  • infiammazione sistemica
  • FM-UD
Data inizio appello
11/06/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
11/06/2021
Riassunto analitico
Il derivato della matrice dello smalto (EMD) è un agente biologico ampiamente utilizzato in grado di migliorare la guarigione e la rigenerazione della ferita periodontale. EMD mostra proprietà antinfiammatorie, angiogeniche e può promuovere sia la proliferazione dei fibroblasti sulla superficie radicolare sia la differenziazione degli osteoblasti. <br>Scopo di questo studio era confrontare il debridment ultrasonico full-mouth (Fm-UD) rispetto a Fm-UD con l&#39;aggiunta di EMD in siti con profondità di sondaggio del solco gengivale &gt; 5 mm, in termini di successo clinico a 3 mesi dal trattamento e di risposta infiammatoria sistemica a 24 ore dal trattamento. Trentotto pazienti affetti da parodontite sono stati assegnati in modo casuale a Fm-UD (gruppo controllo) o Fm-UD + EMD (gruppo test). Parametri parodontali, antropometrici e campioni di sangue sono stati raccolti al baseline, dopo 24 ore e dopo 3 mesi dalla terapia parodontale. Su tutti i campioni sono stati eseguiti esami ad alta sensibilità per un&#39;ampia gamma di marcatori infiammatori.<br>I risultati mostrano come l&#39;aggiunta di EMD al Fm-UD è associata ad una minor risposta infiammatoria di fase acuta rispetto al solo Fm-UD. Inoltre, Fm-UD+EMD si è dimostrata più efficace nella riduzione della profondità di sondaggio rispetto al controllo a 3 mesi dalla terapia, riducendo del 30% la necessità di terapie aggiuntive. Ciò potrebbe essere dovuto ad alcuni possibili effetti antinfiammatori dell&#39;EMD. <br>L&#39;aggiunta di EMD potrebbe essere considerata per il trattamento non chirurgico parodontale in pazienti con anamnesi medica complicata e/o comorbilità in cui vi sia la necessità di controllare lo stato infiammatorio sistemico, inoltre nei siti parodontali con uno stato di patologia più avanzato potrebbe conferire benefici clinici migliori.<br><br>
File