ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05112015-150824


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CAMPAGNA, ROCCO
URN
etd-05112015-150824
Title
Recenti sviluppi normativi in materia di regolazione primaria e oneri di sbilanciamento per le fonti non programmabili.
Struttura
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Corso di studi
INGEGNERIA ELETTRICA
Commissione
relatore Prof. Poli, Davide
relatore Prof. Pelacchi, Paolo
Parole chiave
  • oneri di sbilanciamento
  • remunerazione della regolazione primaria
Data inizio appello
15/06/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Ogni utente del dispacciamento è tenuto a presentare un programma in merito alle proprie immissioni di energia in rete. Tale programma viene commercializzato ed eventualmente modificato sul mercato elettrico, e al termine dei mercati, il suddetto programma prende il nome di programma vincolante modificato e corretto (PVMC). Quindi la differenza tra l'energia elettrica effettivamente immessa e quella risultante nel PVMC, prende il nome di sbilanciamento (positivo o negativo). La valorizzazione di tale energia sbilanciata è diversa per le unità di produzione abilitate al mercato dei servizi di dispacciamento (MSD), e per le unità di produzione non abilitate a MSD. Inoltre tra le unità non abilitate a MSD, si ha una ulteriore diversificazione della valorizzazione per le fonti rinnovabili non programmabili, il cui utente del dispacciamento può decidere se usare il modello di valorizzazione dell'energia che prevede una banda di tolleranza, oppure il modello senza banda. Pertanto, Terna trasferisce gli oneri di sbilanciamento agli utenti del dispacciamento, che a loro volta li trasferiscono sui produttori, rispettando dei requisiti previsti nelle regole tecniche del GSE. Infine per far sì che il contributo alla regolazione primaria, non rientri nell'energia sbilanciata, per le unità di produzione che regolano in primaria, si ha la possibilità di scegliere se aderire al servizio di misurazione della regolazione primaria, in modo tale da potersi far retribuire tale energia (in regolazione primaria) e non farla rientrare negli sbilanciamenti.
File