ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05062019-163036


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CACCIAMANO, NICOLO'
email address
ncacciamano88@gmail.com
URN
etd-05062019-163036
Title
Una Sconfitta in ogni luogo è una Sconfitta ovunque. Dalla Parità Strategico-Nucleare Bipolare al Confronto Sino-Statunitense: la Corea tra Washington e Pechino.
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
STORIA E CIVILTA
Supervisors
relatore Prof. Baldissara, Luca
Parole chiave
  • Guerra fredda
  • Balance of Power
  • Regional Power
  • Corea del Nord
  • Nuclear Age
  • Soft Power
  • MAD
  • Kapitsa
  • Cyber domain
  • Cyberwarfare
  • Cyberwar
  • ARPA
  • Space Race
  • Repubblica Popolare Cinese
  • Stati Uniti d'America
  • Mosca
  • Unione Sovietica
  • Bomba Nucleare
  • Fat Man
  • Little Boy
  • Nagasaki
  • Hiroshima
  • Pyongyang
  • Seul
  • Beijing
  • Seoul
  • Pechino
  • Moscow
  • Parità Strategica
  • Strategia del Contenimento
  • Marshall Plan
  • Containment Strategy
  • Piano Marshall
  • Use of force
  • Utility of force
  • US
  • Diplomazia Nucleare
  • USA
  • Arsenali Nucleari
  • Cold War
  • Nuclear Diplomacy
  • Armi Nucleari
  • Nuclear Deterrence
  • Deterrenza Nucleare
  • Nuclear Weapons
  • Crisi Nucleare
  • Nuclear Crisis
  • Blocco di Berlino
  • Berlin Blockade
  • Clausewitz
  • Teoria della Guerra
  • Conflitto
  • Confronto Bipolare
  • PRC
  • Coesistenza Pacifico-Competitiva
  • People's Republic of China
  • North Korea
  • Sputnik
  • Nuclear Parity
  • Taiwan
  • Molotov
  • MacArthur Douglas
  • McArthur
  • mutually assured destruction
  • first strike
  • Kuomintang
  • NSC-68
  • Art of War
  • Arte della Guerra
  • Parità Nucleare
  • Militarizzazione dei Blocchi
  • Corsa agli Armamenti
  • Arms Race
  • Disgelo
  • Stalin
  • Truman
  • Eisenhower
  • Chruscev
  • Gorbaciov
  • Mao Zedong
  • Zhou Enlai
  • Kim Il-Sung
  • Kim Jong-Il
  • Kim Jong-Un
  • Xi Jinping
  • Deng Xiaoping
  • Asia-Pacific Panorama
  • Yongbyon
  • Songun
  • Asia
  • Juche
  • USSR
  • RPC
  • URSS
  • East Asia
Data inizio appello
03/06/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
Dal Nucleare Bipolare alla strategia della Cina nell'area regionale Asia-Pacifico.
In questi ultimi anni abbiamo assistito alla Terza Crisi Nucleare NordCoreana: com’è possibile che un Paese economicamente tanto povero e politicamente così chiuso ad ogni percorso di Globalizzazione sia in grado di minacciare, pesantemente e in maniera ripetuta, la balance of power internazionale?
Uno degli aspetti che maggiormente incide è la locazione geografica, e la struttura geopolitica, di Pyongyang: il panorama Asia-Pacifico è, infatti, protagonista regionale indiscusso dell’ultimo decennio. L’emergere di un gigante come la Repubblica Popolare Cinese pone così l’attenzione di tutti gli attori internazionali sull’Estremo Oriente: possiamo parlare di nuova Guerra Fredda o di Coesistenza Pacifico-Competitiva tra Cina e Stati Uniti?
La risposta è nelle Origini della Guerra Fredda vera e propria, tra USA e URSS, attraverso la costruzione del concetto di deterrenza nucleare.
Anche in quel caso, alle origini del confronto bipolare, fu la penisola coreana il luogo entro cui il mondo più rischiò l’evolvere della contrapposizione in conflitto bellico diretto: da quel momento in poi entrambe le Superpotenze si resero conto della reciproca forza dell’avversario, inaugurando un percorso caratterizzato dal soft power.
Nel 1949 Mosca raggiungeva la parità strategica con Washington, mentre a Pechino Mao inaugurava la nascita della Repubblica. Il percorso della Cina, dalla pianificazione di stampo maoista all’economia di mercato di Deng Xiaoping, ha aperto le porte ad un nuovo confronto tra due equivalenti Superpotenze: «dalla Corea alla Corea, quindi, una sconfitta in ogni luogo è una sconfitta ovunque».
File