ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05052018-131705


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
DOMI, ELISA
URN
etd-05052018-131705
Title
NUOVI MODULATORI DELL'ENZIMA SIRT1 E LORO RUOLO NELLA PROTEZIONE CARDIACA DA INFARTO DEL MIOCARDIO
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Commissione
relatore Prof. Calderone, Vincenzo
relatore Dott.ssa Testai, Lara
correlatore Dott.ssa Citi, Valentina
Parole chiave
  • SIRT1
  • danno da infarto/riperfusione
  • cardioprotezione
  • aging
Data inizio appello
30/05/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
30/05/2021
Riassunto analitico
<br>Le sirtuine sono una classe di proteine NAD⁺ dipendenti presenti sia negli Eucarioti che nei Procarioti, implicate nella regolazione dell’omeostasi metabolica/cellulare. Hanno ricevuto una grande attenzione sin dalla loro scoperta, quando venne loro riconosciuto un importante ruolo biochimico e molecolare nel lievito Saccharomyces cerevisiae.<br>Questi enzimi hanno attività deacetilasica e mono-ADP-ribosil-trasferasica in grado di modulare l’attività di proteine nucleari e citoplasmatiche preposte al controllo di vari processi cellulari.<br>L’interesse sviluppatosi nei confronti di tali enzimi e in particolare nell’isoforma SIRT1, è dovuto al loro ruolo di sensori metabolici e di mediatori della sopravvivenza cellulare in condizioni di stress, in cui la loro trascrizione risulta essere attivata. SIRT1 è in particolare implicata in processi fisiologici e patologici quali l’obesità, il diabete, il metabolismo, il cancro, l’infiammazione, le patologie cardiovascolari e le patologie età correlate; una sovraespressione di SIRT1 è inoltre associata ad un incremento del lifespan (durata della vita). <br>Di conseguenza la caratterizzazione dei meccanismi molecolari, biochimici e fisiologici mediati dalle sirtuine è importante sia per definire il loro ruolo fisiopatologico, sia per identificare nuovi potenziali target farmacologici. <br>A tale scopo sono stati testati dei probabili modulatori di SIRT1, inizialmente mediante un kit enzimatico, con cui è stato effettuato uno screening di sostanze di origine sintetica, per valutare la loro capacità nell’attivare SIRT1 ricombinante umano in vitro. La molecola più attiva è stata testata anche in un modello di infarto acuto del miocardio in vivo, mediante l’occlusione reversibile dell&#39;arteria coronarica anteriore discendente sinistra.<br>
File