ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04292019-104516


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
BLEVE, PATRIZIA
URN
etd-04292019-104516
Title
La cinetica dei livelli serici dell'HBsAg può permettere la personalizzazione del trattamento con analoghi nucleos(t)idici nei pazienti con epatite cronica B
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof.ssa Brunetto, Maurizia Rossana
correlatore Dott. Colombatto, Piero
Parole chiave
  • HBV
  • HBsAg
Data inizio appello
14/05/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
14/05/2089
Riassunto analitico
Il trattamento con analoghi nucleos(t)idici (NUCs) nell’epatite cronica B HBeAg negativa (CHB) è in genere mantenuto fino alla perdita dell’HBsAg per il rischio di recidiva epatitica. Studi recenti suggeriscono che tale rischio è minimo per valori di HBsAg<100 IU/ml.
In questo studio abbiamo correlato le cinetiche di HBsAg in 92 pz HBeAg negativi (M/F: 65/27; età mediana: 56,3, 23-77 anni), in terapia con NUCs per CHB (35 pz) o per CHB+cirrosi (57 pz) con il raggiungimento di HBsAg<100 IU/mL e/o la sua perdita.
Durante un follow-up mediano di 77,5 (range: 29,0-204,6) mesi, 6/92 (6,5%) pz hanno perso l’HBsAg, mentre 20/90 (22,2%) pz hanno ridotto HBsAg<100 IU/mL. Nei 67 pz in NUCs da  5 anni sono risultati indipendentemente associati al raggiungimento di HBsAg<100 IU/mL il Log10 dell’HBsAg basale (P<0.001, Odd ratio: 0.080, IC 95%: 0.023-0.275) e la sua riduzione a 12 mesi (P=0.007, Odd ratio: 13.141, IC 95%: 2.037-84.789). Le cinetiche dell’HBsAg sono state riconducibili a 3 profili: a) stabilità (7 pz); b) caduta esponenziale monofasica (61 pz) e c) caduta esponenziale multifasica (20 pz). Livelli di HBsAg<100 IU/mL sono stati raggiunti in 6 (9.8%) pz con riduzione monofasica, (HBsAg negativi 2, 4,1%) e in 11 (55,0%) con riduzione bifasica (HBsAg negativi 3, 18,7%), (P<0.001).
La riduzione logaritmica mensile media dell’HBsAg tra 0-36 mesi ha permesso di calcolare in 91 (98,9%) pz il valore dell’ultimo HBsAg misurato (Rho 0,82; P <0,001); l’accuratezza diagnostica nell’identificare i pz che raggiungono HBsAg<100 IU/m è stata del 93,4 (sensibilità: 77,3%, specificità: 98,6%, VPP: 94,4%, VPN: 93,2%).
Le cinetiche dell’HBsAg in corso di trattamento possono contribuire a personalizzare la terapia antivirale nei pazienti con CHB.
File