ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04212006-115904


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
Vitali Rosati, Marcello
email address
marcello@chiavedisvolta.org
URN
etd-04212006-115904
Title
CORPO E VIRTUALE. Per un discorso metaontologico a partire da Merleau-Ponty
Settore scientifico disciplinare
M-FIL/01
Corso di studi
DISCIPLINE FILOSOFICHE
Commissione
relatore Guenoun, Denis
relatore Fabris, Adriano
Parole chiave
  • ontologia
  • metaontologia
  • Merleau-Ponty
  • fenomenologia
  • corpo
  • virtuale
Data inizio appello
09/06/2006;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il nucleo problematico di questa tesi è l’urgenza di una risemantizzazione del concetto di corpo all’epoca della crisi del soggetto. Merleau-Ponty è il filosofo che, nel secolo scorso, ha riflettuto in modo più profondo su questa tematica. Pensare il corpo in un modo nuovo significa ricercare delle strutture logico-teoriche che rendano possible il superamento dell’opposizione moderna tra soggetto e oggetto e di tutte le alter contrapposizioni concettuali che ne derivano, in particolare quella tra riflesso e irriflesso, tra ideale e reale. Per raggiungere questo scopo è indispensabile abbandonare l’idea di una oggettualità del corpo, compito arduo dato che la nozione di corpo è così legata a quella di oggetto da esserne quasi divenuta un surrogato. <br><br>Un’idea nuova di corpo implica un’analisi della nozione di “virtuale”: tale analisi è necessaria per due fondamentali ragioni. In primo luogo, la categoria di virtuale sembra giocare un ruolo fondamentale per quell che riguarda una possible alternativa alle opposizioni concettuali della filosofia moderna: il virtuale non è né ideale né reale, né riflesso né irriflesso. Sembra piuttosto un modo per evitare di ricadere nella opposizione tra soggetto e oggetto e per ripensare il loro rapporto. Il virtuale è dunque innanzitutto una modalità dell’essereche non è stata mai analizzata a fondo e che sembra promettere nuove soluzioni ai problemi imposti da una riflessione radicale sul corpo.<br>In secondo luogo, e più banalmente, vi è un legame che unisce I due termini in questione: il virtuale, pensato nella sua accezione più commune, e cioè in rapporto alle nuove tecnologie, mette in crisi l’idea cartesiana di corpo come cosa collocata all’interno di uno spazio definito da ascisse e ordinate. <br><br>Questa ricerca, dunque, ha un triplice obiettivo sul quale si sviluppa tutto questo lavoro: ridefinire il concetto di corpo, approfondire la nozione di virtuale e rendere conto del rapporto tra I due termini.<br>
File