ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03232009-152301


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
RICCARDINO, ANDREA
URN
etd-03232009-152301
Title
modellizzazione del clutter di mare in un radar OTH Skywave
Struttura
INGEGNERIA
Corso di studi
INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI
Supervisors
Relatore Prof. Dalle Mese, Enzo
Relatore Ing. Capria, Amerigo
Relatore Prof. Berizzi, Fabrizio
Parole chiave
  • clutter
  • Skywave
  • OTH
Data inizio appello
27/04/2009;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
27/04/2049
Riassunto analitico
Lo scopo di questo elaborato è quello di giungere ad una modellizzazione del clutter di mare in banda HF, attraverso l’elaborazione di un modello statistico, basato sulla teoria dei processi stocastici. Dopo un’introduzione sulla generalità del sistema radar OTH si passa ad analizzare le caratteristiche spettrali di potenza del mare, inteso come processo. A tale scopo vengono studiati diversi modelli statistici presenti in letteratura, come il modello di Pierson-Moskovitz o il modello JONSWAP. A partire dalla definizione di spettro marino direzionale, si sviluppa un modello per caratterizzare lo spettro Doppler del segnale re irradiato da una superficie del mare estesa, attraverso la teoria dello scattering di Bragg, in funzione dei parametri che lo influenzano, quali frequenza portante, angolo di incidenza sulla superficie, intensità e direzione del vento. Si sviluppa quindi un simulatore che genera lo spettro del segnale elettromagnetico re irradiato dalla superficie marina, prendendo in considerazione la condizione in cui il mare viene illuminato da un segnale di tipo treno di impulsi. L’applicazione di questo simulatore è stata limitata al caso di un radar HF-OTH Skywave monostatico. La validazione di questo sistema è stata elaborata prendendo in esame un profilo di celle in range dato un azimut costante, per le quali sono state elaborate le possibili rappresentazioni nei domini range-tempo e range-doppler. In ultimo è stato effettuato un confronto tra il clutter simulato e la RCS di alcune tipologie di bersagli marittimi, per osservare quanto questo disturbo riduca la rivelabilità dei bersagli in esso immersi.
File