ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03222017-205350


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
PIRAS, PAOLO
URN
etd-03222017-205350
Title
CaviAmo la Cultura - Progetto di un nuovo Centro Culturale a Matera
Struttura
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Corso di studi
INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA
Commissione
relatore Prof. Lanini, Luca
correlatore Prof. Bevilacqua, Marco Giorgio
Parole chiave
  • cava
  • tufo
  • cultura
  • auditorium
  • musica
  • danza
  • biblioteca
  • aree espositive
  • museo
  • ristorante
  • parco
  • masterplan
  • centro culturale
  • matera
Data inizio appello
27/04/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
27/04/2020
Riassunto analitico
L’obiettivo della tesi è l’elaborazione di una proposta progettuale per un nuovo Centro Culturale nella città di Matera.<br>Il progetto si inserisce in un panorama naturale e culturale molto complesso e a forte carattere identitario, la Cava della Palomba all’interno del Parco delle Cave, dove è possibile leggere le origini della città e il suo forte legame con il paesaggio, e trae spunto dalla nomina della città a ‘Capitale Europea della Cultura’ per il 2019.<br><br>Il processo progettuale ha avuto inizio con un&#39;analisi approfondita del luogo e della tipologia architettonica del tessuto storico che ha portato alla realizzazione di un masterplan comprendente l&#39;intera area del Parco delle Cave, oggi poco valorizzata e soggetta a degrado urbano. Il progetto del masterplan prevede la riqualificazione dell’area di congiunzione tra la città e il Parco della Murgia, di cui il Parco delle Cave fa parte, in primo luogo delocalizzando e ridimensionando il traffico veicolare della via Appia, unico asse di collegamento con la città, trasformandolo da tracciato ad alta percorrenza a tracciato ciclopedonale anche mediante la realizzazione di un nuovo asse carrabile. A ciò si aggiunge la delocalizzazione dell&#39;impianto di depurazione delle acque e la bonifica della ex discarica di San Vito. Questi interventi uniti alla realizzazione di nuove strutture renderanno nuovamente accessibile ai cittadini l&#39;intera area.<br><br>La scelta di collocare il nuovo Centro Culturale all&#39;interno della Cava della Palomba è stata suggerita dall&#39;unicità di questo luogo: un immenso volume scavato nel suolo, con pareti interne alte mediamente 40 metri. La maestosità e le peculiarità del luogo si percepiscono solo stando sul fondo della cava: è qui che, circondati dalle alte pareti verticali, si subisce uno straordinario senso di isolamento e di estraneazione dal contesto. <br>Per questo motivo la struttura si inserisce all&#39;interno di questo immenso scavo quadrangolare, e si sviluppa linearmente lungo tutto il fronte cava che si interfaccia con la via Appia, mantenendo perciò inalterata l&#39;essenza della cava nella sua spazialità ,e rappresentando un nuovo accesso alla cava stessa.<br>
File