ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03202019-232224


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
TRAINA, ALICE
URN
etd-03202019-232224
Title
Riclassificazione delle zone di produzione di MBV nel golfo della Spezia: analisi dell'attività di controllo ufficiale dell'Asl5 Spezzino nel periodo 2015-2017
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Armani, Andrea
correlatore Dott. Orlandi, Mino
Parole chiave
  • Norovirus
  • molluschi bivalvi
  • La Spezia
  • Escherichia coli
  • controlli ufficiali
  • riclassificazione
  • sanitary survey
Data inizio appello
12/04/2019;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
12/04/2022
Riassunto analitico
I molluschi bivalvi sono organismi filtratori che traggono nutrimento dalle particelle in sospensione nell’acqua e pertanto possono accumulare nei propri tessuti anche agenti patogeni e contaminanti chimici dannosi per i consumatori. Al fine di definirne lo status sanitario, le zone di produzione dei MBV devono essere classificate dall’Autorità Competente in funzione del livello di contaminazione fecale ai sensi Regolamento (CE) n. 854/2004. Il sanitary survey è un’indagine finalizzata alla classificazione e al monitoraggio delle zone di produzione, e viene effettuata utilizzando criteri indicati dalle Linee guida del Centre for Environment, Fisheries and Aquaculture Science (CEFAS). Nella presente tesi sono stati analizzati i dati prodotti durante il sanitary survey eseguito nelle zone adibite alla molluschicoltura del golfo della Spezia dall’Asl5 Spezzino nel triennio 2015-2017. È stato valutato in particolare: il numero e la tipologia delle analisi effettuate nel triennio, sia relativamente al totale che per le singole specie oggetto del sanitary survey: M. galloprovincialis, C. gigas e V. verrucosa; il numero e la tipologia di non conformità (NC), valutate sia sui parametri cogenti sia su quelli esclusivamente predisposti dal piano di monitoraggio dell’Asl5. I dati sono stati inoltre confrontati con quelli del sanitary survey relativo al triennio precedente (2012-2014). Opportuni test statistici sono stati utilizzati per valutare i dati provenienti dal monitoraggio di E. coli e Norovirus. Complessivamente sono state effettuate 4306 analisi, la maggior parte delle quali su M. galloprovincialis (89%) per lo più su agenti biologici e biotossine marine. Sono state rilevate 160 NC (6.25% cogenti e 93.75% non cogenti). La maggior parte delle NC è riferibile a positività per Norovirus (93.75%) in M. galloprovincialis, C. gigas e per entrambe è stato più riscontrato il genogruppo G2. È stato altresì dimostrato che i livelli di E. coli sono correlati sia con l’aumento della piovosità che con la stagionalità (maggiori nel periodo più freddo) soprattutto nei punti di campionamento interni alla diga e della baia di Portovenere. Rispetto alla prima riclassificazione del 2012-2014 è stata riconfermata la classe B per M. galloprovincialis mentre le zone di produzine di C. gigas sono state riclassificate A. Al contrario, le zone di produzine di V. verrucosa sono state chiuse in via definitiva. In conclusione, il sanitary survey si è confermato uno strumento utile nella riclassificazione e nel monitoraggio dell’evoluzione igienico sanitaria delle zone di produzione.

Bivalve mollusc (BM) are filter-feeders taking nutrients from the water suspended particles and they may concentrate in their tissues pathogens and chemical contaminants which are harmful to consumers., The production areas of BM has to be mandatory classified by the competent authority on the basis of thefaecal contamination, according to the Regulation (EC) n. 854/2004. The sanitary survey is aimed at classifying and monitoring the production areas and it is performed using standards that are provided by the Centre for Environment, Fisheries and Aquaculture Science (CEFAS)’s Guide to Good Practice. In this thesis, data from the sanitary survey carried out by the Asl5 Spezzino on the production areas of the gulf of La Spezia during the period 2015-2017 were analysed. In particular, the following data were collected and evaluated: number and type of the analysis performed both on the total sampling and the individual target species (M. galloprovincialis, C. gigas and V. verrucosa); number and type of non-compliance (NC), assessed on both mandatory parameters and on parameters fixed by the monitoring plan of Asl5. The data were also compared with those from the sanitary survey related to the previous three-year period (2012-2014). Appropriate statistic tests were used to evaluate data from E. coli and Norovirus monitoring. Overall, 4306 analysis were performed, especially on the species M. galloprovincialis (89%) and they were mostly focused on to the search of biological agents and marine biotoxins. 160 NC were detected (6.25% related to mandatory parameters and 93.75% to not-mandatory). Most of the NC concerns the Norovirus’s positivity (93.75%) in M. galloprovincialis and C. gigas and the genogroup GII was the most representative. A correlation between the levels of E. coli and the rainfall was proved, as well as with with the seasonality (higher levels in the colder months). This aspect was especially observed in the sampling points located in the inner part of the dam and in the Portovenere bay. According to the comparison with to the sanitary survey 2012-2014, class B was reconfirmed for M. galloprovincialis, while the production areas of C. gigas were reclassified as A. On the contrary, production areas of V. verrucose have been definitively closed. the sanitary survey was therefore confirmed as a useful tool for reclassification and for monitoring BM production areas
File