ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03102017-131519


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
BIGAZZI, VIOLA
URN
etd-03102017-131519
Title
Impiego di basse dosi di Rocuronio mediante infusione continua per la centralizzazione del globo oculare nel cane
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Dott.ssa Briganti, Angela
controrelatore Prof. Barsotti, Giovanni
correlatore Dott.ssa Vespi, Gaia
Parole chiave
  • posizione globo oculare
  • cane
  • anestesia
  • rocuronio
Data inizio appello
07/04/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
<br>OBIETTIVO: valutare la posizione del globo oculare mediante infusione continua di rocuronio con o senza bolo di carico a diverso dosaggio, in cani sottoposti a chirurgia oftalmica.<br>MATERIALI E METODI: Sono stati utilizzati 30 cani di razze ed età diverse, anestetizzati per procedure oftalmologiche. I pazienti sono stati suddivisi in 3 gruppi, in modo casuale: GB5 ha ricevuto una infusione continua di rocuronio ad una velocità di 0,1 mg/kg /h preceduta da un bolo endovenoso di rocuronio alla dose di 0,05 mg/kg; GB3 un’infusione continua ad una velocità di 0,1 mg/kg/h preceduta da un bolo endovenoso alla dose di 0,03 mg/kg, GNB un’infusione continua di rocuronio ad una velocità di 0,1 mg/kg/h senza bolo di carico.<br>MATERIALI E METODI: Tutti gli animali sono stati premedicati con acepromaziana (20 μg/kg IM) e metadone (20 μg/kg IM), indotti con propofol 2-4 mg/kg. L’anestesia generale è stata mantenuta con isofluorano in miscela ossigeno e area (FiO2 60%). La funzione neuromuscolare è stata monitorata mediante Train-of-Four (ToF) e ToF rate (ToFr), attraverso la stimolazione del nervo facciale. Sono stati valutati i seguenti parametri frequenza cardiaca (FC), frequenza respiratoria (FR), pressione sistolica, media e diastolica (PAS, PAM, PAD), concentrazione espirata di isoflurano (FeISO), pressione di anidride carbonica a fine espirazione (EtCO2), temperatura corporea (T) e i cambiamenti nella posizione del globo oculare, ogni cinque minuti. RISULTATI: non sono state rilevate differenze significative tra i gruppi per i parametri di FC, FR, PAS, PAD, PAM, EtCO2, FeIso. I valori più bassi di ToFr sono stati registrati nel gruppo GB5. La centralizzazione del globo oculare si è ottenuta nel gruppo GB5 per il 100% dei soggetti al T5, nel gruppo GB3 per il 70% al T5 e per il 100% al T10, nel GNB PER IL 90% al T25.<br>CONCLUSIONI: tutti i dosaggi di rocuronio hanno consentito di ottenere la centralizzazione del globo senza determinare effetti significativi sull’attività cardiovascolare, anche se con tempi d’insorgenza differenti.<br>
File