ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03072020-130937


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
TESSANDORI, PIETRO
URN
etd-03072020-130937
Title
LE GARANZIE DIFENSIVE CONNESSE ALL'ACCERTAMENTO DEI FATTI DI REATO COLLEGATI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Prof. Marzaduri, Enrico
Parole chiave
  • polizia giudiziaria
  • polizia stradale
  • lesioni stradali
  • garanzie difensive
Data inizio appello
16/04/2020;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
Il Diritto di difesa nel procedimento penale, almeno fino alle soglie del ventesimo secolo, è stato trattato come una contrapposizione dialettica svolta sui risultati accusatori acquisiti dagli organi che, nel corso dei secoli, hanno rappresentato le funzioni oggi ricondotte istituzionalmente ai vari uffici del Pubblico Ministero.
La difesa degli accusati ha sempre trovato il proprio luogo di azione nel processo lasciando la fase investigativa, quella che oggi si definisce come fase delle indagini preliminari, nella più totale segretezza ai vari uffici titolari dell’azione penale incaricati, o meglio detentori, del potere di approfondire e di sondare il fondamento e la consistenza di ogni notizia di reato. L’attività difensiva si poteva concretare, al più, in argomentazioni contro deduttive rispetto agli elementi accusatori raccolti nella fase investigativa.
Tale impostazione, coacervata nella struttura del “processo misto” ottocentesco, è arrivata alla metà del XX secolo attraverso vari codici fino al Regio Decreto 19 ottobre 1930 n°1399.
Il Costituente, chiamato al difficile compito di elaborare i principi generali del processo penale nella costituzione, partiva da una cultura del processo ereditata in buona parte dal succitato codice allora vigente. Tuttavia lo stesso avvertì il proprio ruolo di padre fondatore investito come tutti i ri- fondatori del complicato compito di innovare rispetto al recente passato, anche legislativo, attraverso una rinnovazione politica e sociale di rottura .Su queste basi si fonda il presente lavoro il quale si prefigge, alla luce delle sopracitate argomentazioni, l'obbiettivo di analizzare l'attività di polizia connessa ai reati di lesioni stradali; in particolar modo alla luce delle modifiche apportate dal legislatore con l'introduzione della legge 23 Maro 2016 n°41 la quale, nel solco di un emergenza dettata dall'aumentare dei sinistri stradali con feriti, ha spinto il legislatore ad alcune modifiche del codice di procedura penale.
File