ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02272010-125947


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
SPERTI, PIERLUIGI
URN
etd-02272010-125947
Title
Uso dei lembi liberi microvascolari nella ricostrzione del terzo distale della gamba
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Lorenzetti, Fulvio
Parole chiave
  • ricostruzione dell'arto inferiore
  • lembi liberi
  • emodinamica dei lembi
  • trapianto microvascolare
  • microchirurgia
Data inizio appello
16/03/2010;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
16/03/2050
Riassunto analitico
Lo studio della vascolarizzazione della cute, condotto a partire dagli anni Settanta, ha portato alla formulazione del concetto di angiosoma: unità anatomica mono o pluritissutale sostenuta da un preciso peduncolo vascolare (costituito da un’arteria e una vena). In chirurgia plastica l&#39;angiosoma viene impiegato sotto forma di lembo locale o libero.<br><br>I lembi liberi sono trapianti autologhi di tessuti che vengono prelevati dalla loro sede di origine (sito donatore) e trapiantati nell&#39;area da ricostruire (sito ricevente). Il peduncolo vascolare viene anastomizzato con vasi preventivamente selezionati e isolati nell’area ricevente. La progressiva diffusione delle tecniche microchirurgiche e l’elevata qualità delle tecnologie e dei materiali, rendono oggi routinario l&#39;uso di tali lembi in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva.<br>Si ricorre a queste tecniche per ricostruire ampie <br>perdite di sostanza secondarie a gravi traumi o asportazioni di tumori.<br><br>Daniel e Taylor (31) pubblicarono il primo rapporto sull&#39;utilizzo di un lembo libero cutaneo (Groin Flap) utilizzato per coprire un difetto nel terzo distale dell’arto inferiore. Un lembo inguinale fu anche usato da O’Brien e altri per ricostruire una grosso difetto <br>cutaneo del piede. Nel 1974 Harii e altri descrissero l’utilizzo di differenti tipi di lembi liberi microvascolari. (53)<br><br>Il lavoro analizza la tecnica e i risultati dell’uso di questi lembi in 35 pazienti che riportavano una perdita di sostanza di varia natura nel terzo distale della gamba. I pazienti sono stati operati presso la Sezione di Microchirurgia dell&#39;U.O. di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva di Pisa tra il 2001 e il 2008.<br>
File