ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02232017-234940


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
BINDI, CLAUDIA
URN
etd-02232017-234940
Title
Gestione del neonato con diagnosi prenatale di sindrome malformativa. L'importanza della sinergia tra ginecologo, neonatologo e territorio.
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Boldrini, Antonio
relatore Dott.ssa Guerrini, Laura
relatore Dott.ssa Battini, Lorella
Parole chiave
  • birth defects
  • consulenza
  • difetti congeniti
  • Perinatal Hospice
  • skill
  • counselling
Data inizio appello
14/03/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
14/03/2020
Riassunto analitico
Lo studio si propone di valutare l’impatto della gestione multidisciplinare (ginecologo, neonatologo, chirurgo pediatrico, territorio) di un neonato con malformazioni congenite (MC) sulla madre/coppia. A partire dalla diagnosi prenatale di MC la madre/coppia che sceglie di portare avanti la gravidanza, indipendentemente dalla gravità del difetto o della sindrome del nascituro, ha la possibilità di usufruire del percorso di Hospice Perinatale presente presso l’Ambulatorio della gravidanza a Termine dell’UO di Ginecologia e Ostetricia 2 e della UO di Neonatologia della Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana (AOUP). Si tratta di una rete istituzionale integrata, fatta dalla collaborazione fra l’associazione La Quercia Millenaria, l’Università di Pisa e l’AOUP. Lo scopo viene perseguito confrontando l’attività dell’Hospice Perinatale, rispetto ai dati presenti in letteratura ed attraverso l’analisi delle testimonianze dei genitori appartenenti alle “associazioni di pazienti”. In secondo luogo ci si è preposti l’obiettivo di valutare l’impatto dell’intervento di gestione multidisciplinare del neonato affetto da MC dalla gravidanza, attraverso l’analisi del follow-up postnatale, cercando di correlare il peso dell’esperienza di Hospice nel promuovere outcame positivi sulla qualità di vita dei piccoli pazienti. Il fine ultimo dello studio è quindi quello di inquadrare il ruolo del ginecologo e del neonatologo nella gestione di un neonato con diagnosi di MC e le skill necessarie affinchè ciò avvenga in modo efficace.<br><br><br>
File