ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02232017-172043


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
TORRI, ELEONORA
URN
etd-02232017-172043
Title
Spettro panico-agorafobico ed ansia di separazione in un campione di pazienti obesi candidati alla chirurgia bariatrica.
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Pini, Stefano
Parole chiave
  • spettro panico-agorafobico
  • ansia di separazione
  • obesità
Data inizio appello
14/03/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
L’obesità è una condizione cronica caratterizzata da un accumulo eccessivo di tessuto adiposo che<br>influisce negativamente sullo stato di salute, infatti, essendo un importante fattore di rischio per<br>varie malattie croniche quali diabete mellito tipo2, malattie cardiovascolari e tumori, è responsabile<br>di un aumento di morbilità e mortalità nei pazienti che la presentano.(1, 2) L’obesità è definita in<br>base a criteri clinici e al calcolo del Body Mass Index o Indice di Massa Corporea (BMI o IMC). IL<br>BMI è l’indice maggiormente utilizzato per definire la condizione di obesità ed è un valore<br>numerico che si ottiene dal rapporto tra peso corporeo in kg ed altezza in metri al quadrato. Secondo<br>le linee guida del 1998 del “National Heart, Lung and Blood Institute” si parla di sovrappeso per<br>valori di BMI 25-29,9 kg/m² e di obesità quando il BMI è &gt;30 kg/m². L’obesità viene suddivisa in<br>varie classi: I classe per un BMI di 30-34.9 kg/m², II classe per un BMI di 35-39.9 kg/m² e infine di<br>obesità di III classe per un BMI maggiore di 40 kg/m². All’interno della III classe si riconoscono<br>due gruppi di pazienti: quelli con BMI compreso tra 40 e 50 e i super-obesi con BMI&gt;50.Questa<br>suddivisione deriva dagli studi di Mason e colleghi in cui è stato osservato che pazienti con<br>BMI&gt;50, se sottoposti a gastroplastica verticale, ottenevano risultati peggiori in termini di calo<br>ponderale(3) (Mason e al. 1987) e presentavano tassi più alti di complicanze e di mortalità post<br>chirurgiche.
File