ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02222018-114806


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
PIZZOLU, LAURA
URN
etd-02222018-114806
Title
Effetti dell'iperglicemia sull'intervallo QTc e sulla variabilita della frequenza cardiaca (HRV) in pazienti diabetici afferenti in DEA
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Dott. Santini, Massimo
correlatore Dott.ssa Femia, Francesca Romana
Parole chiave
  • Iperglicemia
  • diabete mellito
  • DEA
Data inizio appello
13/03/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
13/03/2021
Riassunto analitico
Background:<br>La disglicemia è una condizione di frequente riscontro nei pazienti che accedono in DEA, ma raramente è la causa stessa dell’accesso. Per condizione disglicemica si intende per la maggior misura il fenotipo iperglicemico, ma risultano associate anche l’ipoglicemia e la variabilità glicemica, che spesso sottintendono la cattiva gestione dell’emergenza metabolica.<br>L’innalzamento della glicemia oltre il limite rappresenta un fattore di rischio cardiovascolare, poiché influisce sulla ripolarizzazione ventricolare, con conseguente prolungamento del QT intervallo e QT dispersione, fino ad arrivare ad aritmie cardiache e morte improvvisa.<br>Oggetto dello studio:<br>Valutazione dell&#39;assetto glico-metabolico-infiammatorio in due gruppi di soggetti diabetici sull&#39;intervallo QTc e QT dispersione e sull&#39;equilibrio simpato-vagale (LH/HF), in risposta all&#39;iperglicemia acuta in pazienti (I) notoriamente siabetici o con SIH (glicemia &gt;250 mg/dl) ed in una successiva situazione di glicemia ben compensata (150+/- 10 mg/dl) successiva alla somministrazione di insulina per via ebdovenosa, ed in soggetti diabetici in assenza di complicanze acute (N).<br>Risultati:<br>I valori dell&#39;intervallo QTc e della QT dispersione erano significativamente maggiori nel gruppo I rispetto al gruppo N, confermando l&#39;aumentato rischio aritmico nei pazienti scompensati in presenza di iperglicemia.<br>L&#39;analisi spettrale ha rilevato differenze significative tra i due gruppi, sia nell&#39;analisi delle 24h sia nei periodi sonno-veglia.<br>Nei pazienti diabetici scompensati durante l&#39;iperglicemia, si osserva un incremento della FC, della PA, segni indiretti di aumentata attività simpatica, dell&#39;intervallo QTc e della QT dispersione.<br>Conclusioni:<br>L&#39;iperglicemia aumenta l&#39;intervallo QTc e l&#39;attività simpatica, che rappresentano fattori di rischio per aritmie maligne e morte improvvisa; viceversa, la stabilizzazione dei valori glicemici, mediante l&#39;infusione continua di insulina migliora tali indici determinando una maggiore stabilità elettrica ed un ridotto rischio aritmico.
File