ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02222016-120519


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
CANALE, ALICE
URN
etd-02222016-120519
Title
Transonychial Water Loss nella Onicopatia psoriasica
Struttura
DIPARTIMENTO DI MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Romanelli, Marco
Parole chiave
  • Onicopatia psoriasica
  • Transonychial Water Loss
  • Nail Psoriasis Severity Index.
Data inizio appello
15/03/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
15/03/2019
Riassunto analitico
La Psoriasi è una malattia infiammatoria a carattere cronico-recidivante della cute, caratterizzata da alterazioni della crescita e della differenziazione dei cheratinociti, con multiple anormalità biochimiche, immunologiche e vascolari.<br>L’incidenza varia dallo 0.3% al 2.5%, la razza caucasica risulta essere più colpita, mentre lo sono meno quella orientale ed in particolare la razza nera. Con l’età, l’incidenza aumenta rendendo la Psoriasi una patologia tipica dell’età adulta, con una caratteristica presentazione bimodale: l’età media di esordio per il primo picco varia nel range di 15-20 anni, con un successivo secondo picco tra i 55 e i 60 anni.<br>L’eziologia ad oggi non è ancora nota, tuttavia è considerata una patologia immuno-mediata con una forte correlazione genetica, dimostrata attraverso la scoperta di alcune varianti del sistema HLA sul cromosoma 6p che conferiscono un aumentato rischio di sviluppare la patologia, in particolare l’allele HLA-Cw6, nel quale sono stati identificati diversi loci genici associati a caratteristiche cliniche particolari. <br>La Psoriasi è considerata un disordine della proliferazione e della differenziazione dei cheratinociti, in quanto il loro ciclo vitale si riduce di circa 8 volte (4 giorni vs 28 giorni nella cute normale) ed il numero delle cellule proliferanti raddoppia, determinando così la caratteristica iperplasia epiteliale. Fattori genetici di suscettibilità interagiscono con fattori scatenanti, inducendo un’anomala risposta immunitaria che a sua volta determina un’iperproliferazione dei cheratinociciti. In questo processo sono coinvolte sia la componente innata che quella adattativa del sistema immunitario, ed il ruolo di maggior importanza è sicuramente rivestito dai linfociti T, la cui migrazione e successiva attivazione a livello cutaneo, è indotta da numerose citochine, tra cui TNF-α, INF-γ, e varie interleuchine.<br>La classica lesione psoriasica è costituita da una chiazza eritemato-squamosa a margini arrotondati netti, con tonalità variabile dal roseo al rosso intenso, ricoperta da squame pluristratificate di colorito bianco-madreperlaceo. Le dimensioni sono variabili, così come le sedi di presentazione, anche se tipicamente sono interessate le superfici estensorie, spesso in maniera simmetrica. Oltre all’interessamento cutaneo, nella Psoriasi è frequente il coinvolgimento delle unghie.<br>L’onicopatia psoriasica ha un’incidenza che varia da 10% al 50%, fino all’80% nei pazienti con Psoriasi artropatica. Risulta essere associata ad una maggior durata e severità della malattia e può essere l’unica manifestazione clinica nelle forme precoci di Psoriasi artropatica. Determina dolore, limitazione funzionale e compromissione della vita sociale, andando così ad incidere pesantemente sulla qualità della vita dei soggetti che ne sono affetti. Questi aspetti sono responsabili del notevole peso sia economico che sociale della malattia, rendendo necessaria una precoce ed accurata diagnosi, in modo tale da garantire al paziente un adeguato supporto terapeutico.<br>La diagnosi dell’onicopatia psoriasica è prettamente su base clinica, mediante il Nail Psoriasis Severity Index (NAPSI), un metodo di valutazione numerico, semplice e riproducibile, che tuttavia è risultato essere soggettivo in quanto operatore-dipendente e scarsamente sensibile nel rilevare le variazioni cliniche in seguito a terapia.<br>Si sono resi quindi necessari metodi maggiormente oggettivi al fine di integrare la valutazione clinica nella diagnosi di onicopatia psoriasica.<br>L’obiettivo del nostro studio è di andare a valutare se la misurazione della Transonychial Water Loss (TOWL), mediante vaporimetro, possa essere considerata facente parte di uno di questi metodi, e di valutarne la correlazione con il Nail Psoriasis Severity Index (NAPSI), al fine di ottenere un metodo non invasivo, semplice, riproducibile ed economico, utile nel valutare l’interessamento ungueale nella Psoriasi e l’evoluzione clinica durante l’iter terapeutico. <br>
File