ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02212020-112506


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
GRASSI, NICCOLO'
URN
etd-02212020-112506
Title
Valutazione e Prevenzione del Rischio Biologico negli operatori sanitari - Analisi delle coperture vaccinali e delle inferenze sulla suscettibilità per Epatite B, Morbillo, Parotite e Rosolia nei dipendenti dell’A.O.U.P., degli studenti del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, degli studenti dei corsi di Laurea Sanitari Triennali e del Corso Ospedaliero per Operatori Socio-Sanitari
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof. Cristaudo, Alfonso
correlatore Dott. Marino, Riccardo
Parole chiave
  • valutazione del rischio biologico
  • studenti medicina e chirurgia
  • studenti delle professioni sanitarie
  • personale A.O.U.P
  • dipendenti A.O.U.P.
  • vaccinazioni
  • vaccinato
  • immune
  • Immunità
  • suscettibilità
  • suscettibile
  • rischio biologico
  • copertura vaccinale
  • tasso vaccinazioni
  • stato suscettibilità
  • epatite B
  • morbillo
  • parotite
  • rosolia
  • sesso
  • BMI
  • fumo
  • figli
  • differenze di genere
  • età della prima vaccinazione
  • PNPV
  • Art. 279 D. Lgs 81/08
  • obbligo vaccinale
  • vaccinazioni raccomandate
  • operatori sanitari
Data inizio appello
10/03/2020;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
Il datore di lavoro è tenuto a valutare il rischio per la salute dei lavoratori derivante dall’esposizione, anche potenziale, agli agenti biologici deliberatamente o occasionalmente presenti nell’ambiente di lavoro. Qualora l’esito della valutazione del rischio ne rilevi la necessità i lavoratori esposti ad agenti biologici devono essere sottoposti alla sorveglianza sanitaria (SS). Cardine del processo di sorveglianza sanitaria è il Medico Competente (MC) che predispone la cartella sanitaria e di rischio in cui esprime un giudizio di idoneità alla mansione specifica. Al termine del processo di valutazione del rischio il datore di lavoro è tenuto a predisporre gli interventi necessari alla riduzione, o eliminazione laddove possibile, dell’esposizione agli agenti biologici pericolosi e ad adottare le misure di prevenzione e protezione più idonee, commisurate all’entità del rischio. Questi obblighi derivano da un quadro normativo il cui cardine è rappresentato dal D.Lgs 81/08, per quanto riguarda poi gli obblighi vaccinali e le indicazioni specifiche per gli operatori sanitari intervengono ulteriori normative e direttive regionali. Grazie all’analisi dei dati raccolti dai Medici Competenti dell’A.O.U.P. durante le visite di Sorveglianza Sanitaria dei dipendenti dell’A.O.U.P. e degli studenti che frequentano gli ambienti dell’A.O.U.P., è stato possibile valutare i tassi di copertura vaccinale ed i livelli di suscettibilità che, integrati con gli altri dati raccolti durante le visite, quali il BMI, il numero di figli, l’abitudine al fumo, il consumo di caffè etc. hanno consentito lo sviluppo e la discussione di questa tesi con conclusioni riguardanti il calendario vaccinale e la differenza di genere che impongono senz’altro ulteriori analisi su larga scala.
File