ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02172012-101515


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
CHITI, ENRICA
URN
etd-02172012-101515
Title
Studio di associazione tra i polimorfismi DNMT3B -149 C>T, DNMT3B -579 G>T e la Miastenia Gravis.
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE E TECNOLOGIE BIOMOLECOLARI
Commissione
relatore Prof.ssa Migliore, Lucia
relatore Dott. Coppedè, Fabio
Parole chiave
  • Miastenia Gravis
  • epigenetica
  • DNMT
Data inizio appello
07/03/2012;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
07/03/2052
Riassunto analitico
RIASSUNTO<br>La Miastenia Gravis (MG) è una malattia neuromuscolare di tipo autoimmunitario in cui si ha un difetto nella trasmissione dell’impulso nervoso a livello della sinapsi tra i motoneuroni colinergici e il muscolo scheletrico. La MG colpisce la muscolatura volontaria, in particolare quella del cranio e degli arti, causandone la perdita di tono e forza. Tale patologia può insorgere a qualsiasi età e interessa entrambi i sessi, anche se, come per tutte le patologie autoimmuni, le donne sono maggiormente affette. Esistono varie forme di MG, ma quella principalmente analizzata in questo studio è detta Miastenia autoimmune acquisita. In questo caso, alcuni anticorpi autoreattivi, diretti principalmente contro il recettore acetilcolinico, vanno ad interferire con la trasmissione sinaptica a livello della giunzione neuromuscolare.<br>Il risultato è una trasmissione parziale dell’impulso nervoso con conseguente limitazione della possibilità di contrazione muscolare e una rapida diminuzione della forza. Caratteristica peculiare di tale patologia è il fatto che i pazienti mostrano ognuno una diversa sintomatologia, la cui gravità può variare anche nel corso della singola giornata. <br>Come per altre malattie complesse, l’ambiente potrebbe giocare un ruolo nell’insorgenza della MG tramite modificazioni epigenetiche, quali ad esempio la metilazione del DNA. Nell’uomo la metilazione è affidata alle DNA-metiltransferasi (DNMT), enzimi che possono effettuare una metilazione di mantenimento o una metilazione de-novo. Oggetto di questo lavoro di tesi è la DNMT3B, dato il suo coinvolgimento nella metilazione de-novo del genoma; è stato così effettuato uno studio caso-controllo per valutare il possibile contributo di due polimorfismi, DNMT3B -149C&gt;T e DNMT3B -579G&gt;T, nel rischio di MG.<br>La tecnica usata per l’analisi dei polimorfismi è la PCR-RFLP, che consiste nell’amplificazione del frammento di nostro interesse e nella successiva digestione enzimatica che consente la discriminazione dei diversi genotipi attraverso una corsa elettroforetica e successiva visualizzazione ai raggi UV.<br>Dai risultati ottenuti è stato osservato che soggetti eterozigoti per il polimorfismo DNMT3B -149C&gt;T mostrano una significativa diminuzione del rischio di sviluppare Miastenia Gravis, mentre non è stata osservata alcuna associazione statisticamente significativa per il polimorfismo DNMT3B -579G&gt;T.<br>Effettuando una suddivisione in base al sesso dei soggetti analizzati, è emersa una differenza statisticamente significativa tra casi e controlli nel gruppo delle donne e non nei soggetti di sesso maschile; in particolare il genotipo eterozigote -149CT risulta associato a rischio di sviluppare MG solo nei soggetti di sesso femminile.<br>I presenti risultati suggeriscono un possibile contributo del polimorfismo DNMT3B -149C&gt;T alla MG, in particolare nelle donne.<br>
File