ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02082016-173742


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
GIUSTI, LEA
URN
etd-02082016-173742
Title
Regolazione e concorrenza nella liberalizzazione del trasporto ferroviario
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof.ssa Passalacqua, Michela
Parole chiave
  • espletamento di gare nelle regioni
  • gruppo ferrovie dello stato
  • europeo
  • spazio ferroviario
  • unico
Data inizio appello
07/03/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
La liberalizzazione del trasporto ferroviario si deve alla Direttiva 1991/440/CEE che stabilisce il principio della separazione della gestione del servizio di trasporto dalla gestione dell&#39;infrastruttura.<br>Attraverso quattro “pacchetti” ferroviari, si è giunti alla liberalizzazione totale del settore merci e quasi totale di quello passeggeri.<br>In Italia la disciplina comunitaria viene recepita con il d.P.R. n. 277/1998 che sancisce la separazione tra la rete (affidata a Rete Ferroviaria Italiana) e l&#39;operatore principale (Ferrovie dello Stato S.pA.).<br>Successivi interventi normativi disciplinano le modalità di accesso e di utilizzo dell&#39;infrastruttura.<br>Un&#39;importante innovazione è l&#39;istituzione dell&#39;Autorità di regolazione dei trasporti nel 2011, alla quale è attribuito il compito di garantire condizioni di accesso eque e non discriminatorie alla rete per le imprese ferroviarie.<br>A livello regionale la liberalizzazione si deve al decreto n. 422/1997 che conferisce alle Regioni e agli enti locali funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale (tra cui quello ferroviario) introducendo un tipo di concorrenza “per il mercato” che prevede l&#39;espletamento di gare. <br>Ad oggi per giungere ad una piena liberalizzazione, restano ancora numerose barriere da abbattere, che si sperano possano venire superate anche grazie alle funzioni dell&#39;Autorità indipendente di settore.
File