ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01202014-004548


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
BODDI, SARA
URN
etd-01202014-004548
Title
I contratti nel settore agroalimentare. Riflessioni sull'art. 62 della legge 24 marzo 2012 n. 27.
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof.ssa Sirsi, Eleonora
Parole chiave
  • cessione dei prodotti agricoli e alimentari
  • debolezza dell'imprenditore
  • art 62 d.l. 1/2012
  • reg. 261/2012
  • integrazione verticale
  • squilibrio forza contrattuale tra operatore agrico
  • contratto agroalimentare
  • mercato agroalimentare
  • meccanismi a protezione dell'operatore agricolo
  • organizzazioni di produttori
  • organizzazioni interprofessionali
  • filiera
Data inizio appello
05/02/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il presente approfondimento si propone, in via preliminare, di evidenziare il marcato squilibrio di forza contrattuale esistente nei rapporti tra imprenditori agricoli e imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti agricoli e alimentari in rapporto con quelli che sono i principi generali del contratto e del mercato nel settore agroalimentare. Si presta conseguentemente attenzione a tutti quei meccanismi che sono stati posti a protezione della parte debole (imprenditore agricolo), primi tra tutti gli indirizzi di politica agricola adottati a livello comunitario, e a come i medesimi meccanismi siano poi venuti meno a seguito di scelte operate a livello internazionale. Dopo aver puntualizzato i concetti di “filiera agroalimentare” e “integrazione verticale” si passa in rassegna i fondamentali passaggi normativi aventi ad oggetto la problematica in questione: dal reg. 261/2012 adottato dalla Comunità Europea sui prodotti lattiero-caseari, alle regolamentazioni italiane delle organizzazioni di produttori e interprofessionali, per finire con un accenno ai vari modelli contrattuali del settore adottati dall’Italia. L’ultima parte del lavoro riguarda l’art. 62 del decreto legge 1/2012 che rappresenta la svolta nella cessione dei prodotti agricoli e alimentari: il legislatore fissa infatti, per questo particolare tipo di vendite, vincoli di forma di contenuto del contratto (caratteristiche e quantità del prodotto venduto, prezzo, durata del contratto, modi di consegna del prodotto, modi di pagamento del prezzo), principi in virtù dei quali devono venire stipulati i contratti, un certo regime di nullità in violazione dei suddetti vincoli e la possibilità di promuovere azioni risarcitorie e inibitorie. A conclusione si analizza il decreto ministeriale attuativo dell’articolo di cui sopra e il parare fornito dal Consiglio di Stato circa il medesimo decreto.
File