ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01172011-155530


Thesis type
Tesina di master di II livello
Author
BARNINI, BARBARA
URN
etd-01172011-155530
Title
"Farmacogenetica quale strumento della farmacovigilanza per la predittività delle reazioni avverse da farmaci"
Struttura
MEDICINA INTERNA
Corso di studi
SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI FARMACI
Commissione
relatore Prof. Danesi, Romano
relatore Prof. Carignani, Diego
Parole chiave
  • reazioni avverse
  • farmacovigilanza
  • farmacogenetica
Data inizio appello
17/12/2010;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Senza dubbio le reazioni avverse da farmaci rappresentano un problema clinico rilevante, circa il 6,5% dei ricoveri ospedalieri è correlato con una reazione avversa.<br>Scopo di questa mia tesi è trovare un metodo che ci permetta di predire le reazioni avverse da farmaci, per fare questo occorre:<br>-evidenziare la grande variabilità individuale di risposta ai farmaci e capire a che cosa è dovuta<br>-stabilito che la chiave di questa diversità si è individuata nei geni che codificano per le proteine che metabolizzano i farmaci e soprattutto nei polimorfismi<br>-si tratta di capire cosa sono i polimorfismi<br>-spiegare come un gene polimorfico possa essere responsabile della diversa risposta ai farmaci<br>-conoscere i polimorfismi per predire le reazioni avverse comuni o rare che siano<br>-analizzare la proposta di Allen Roses che inserisce la farmacogenetica nello sviluppo dei farmaci per ottenere uno sviluppo in tempi minori ed una riduzione degli effetti collaterali fino ad arrivare alla predittività delle reazioni avverse. <br>L’obiettivo essenziale dovrebbe essere identificare, per tutti i farmaci, i fattori genetici associati alle reazioni avverse, incorporando la farmacogenetica nella farmacovigilanza.<br>La farmacogenetica oltre ad essere la disciplina che porterà a personalizzare la terapia farmacologica fino al punto di prescriverla solo a chi potrà solo beneficiarne ha altri potenziali vantaggi come dare impulso al processo di ricerca e sviluppo di un farmaco inserendo valutazioni di farmacogenetica sin dalle prime fasi della sperimentazione ed inoltre, trovando applicazione nella farmacovigilanza, permetterà di predire gli effetti collaterali gravi, comuni e rari che siano. <br><br><br>No doubt the adverse drug reactions are a significant clinical problem, about 6.5% of hospital admissions are related to an adverse reaction. <br>The aim of this thesis is to find a method that allows us to predict adverse drug reactions, to do this you must: <br>-Highlight the great variability of individual response to drugs and to understand that  what is the reason <br>-Established that the key to this diversity has been identified in the genes coding for proteins that metabolize drugs and especially in the polymorphisms <br>-Is to understand what are the polymorphisms <br>-Explain how a polymorphic gene may be responsible the different response to drugs <br>-Know polymorphisms to predict adverse drug reactions that are common or rare <br>-Analyze the proposal of Allen Roses, which inserts the pharmacogenetics in drug development for development in less time and a reduction of the effects side up to the prediction of adverse reactions. <br>The main objective should be to identify, for all drugs, genetic factors associated with adverse reactions, incorporating pharmacogenetics in pharmacovigilance. <br>Pharmacogenetics in addition to being the discipline that will lead to personalize drug therapy to the point of prescribing only those who can only benefit has other potential benefits such as giving impetus to research and drug development by including pharmacogenetic assessments from the early stages of trial and also finding application in pharmacovigilance, will predict the serious side effects, common or rare they are. <br><br><br>
File