Home ETD
banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche
Università di Pisa
Sistema bibliotecario di ateneo
Tesi etd-05042010-143148
Condividi questa tesi: 
 
 

Tipo di tesi Tesi di dottorato di ricerca
Autore GIGLIOLI, ANDREA
URN etd-05042010-143148
Titolo La Valdera tra XII e inizi XV secolo. Dalla frammentazione signorile a 'contado' di Pisa: evoluzione degli assetti politici, istituzionali, sociali ed economici
Settore scientifico disciplinare M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE
Corso di studi STORIA
Commissione
Nome Commissario Qualifica
Prof. Gabriella Rossetti tutor
Prof. Franca Leverotti commissario
Prof. Giuliano Pinto commissario
Prof. Simone M. Collavini commissario
Parole chiave
  • Valdera
  • signoria
  • Pisa
  • contado
  • Comune rurale
Data inizio appello 2010-06-09
Disponibilità mixed
Data di rilascio2050-06-09
Riassunto analitico
Il presente studio affronta il tema dei rapporti tra città e campagna dall’età proto-comunale agli inizi del secolo XV. Nello specifico si è cercato di ricostruire il lungo percorso attraverso il quale la Valdera, un’area di confine inclusa in parte nella diocesi di Lucca e in parte in quella di Volterra, passò – a partire dal secolo XII – sotto il dominio del Comune di Pisa: un tentativo di cogliere l’effettiva portata dei cambiamenti – politici, istituzionali, economici e sociali – determinati in un contesto rurale tipo da un rapporto di lungo corso con il centro urbano. L’elaborato ripercorre le fasi salienti del processo espansivo di Pisa nella zona oggetto di indagine, caratterizzata da un tessuto politico e sociale articolato, all’interno del quale nuclei signorili di diversa rilevanza, comunità rurali piccole e grandi, costituirono un referente politico obbligato per il Comune cittadino, costretto inizialmente a negoziare con esse un sistema di autonomie più o meno accentuate, che solo tra Duecento e Trecento lasciò il posto a una struttura di governo più capillare e autoritaria. L’analisi dell'evoluzione dell’apparato amministrativo periferico predisposto dal Comune pisano, così come dei meccanismi istituzionali locali in questa delicata fase di trapasso, si rivela indispensabile per comprendere le trasformazioni che i rapporti città-contado subirono anche sul piano degli assetti sociali ed economici, durante il difficile secolo – il XIV – che segnò il progressivo declino di Pisa, culminato con la conquista fiorentina del 1406.
File
  Nome file       Dimensione       Tempo di download stimato (Ore:Minuti:Secondi) 
 
 28.8 Modem   56K Modem   ISDN (64 Kb)   ISDN (128 Kb)    piu' di 128 Kb  
  01.Frontespizio.pdf 5.63 Kb 00:00:01 < 00:00:01 < 00:00:01 < 00:00:01 < 00:00:01
  02.Introduzione.pdf 133.79 Kb 00:00:37 00:00:19 00:00:16 00:00:08 < 00:00:01
  03.IntroduzionePrimaParte.pdf 155.00 Kb 00:00:43 00:00:22 00:00:19 00:00:09 < 00:00:01
  08.ConclusioniPrimaParte.pdf 97.94 Kb 00:00:27 00:00:13 00:00:12 00:00:06 < 00:00:01
  09.IntroduzioneSecondaParte.pdf 208.20 Kb 00:00:57 00:00:29 00:00:26 00:00:13 00:00:01
  18.ConclusioniSecondaParte.pdf 110.91 Kb 00:00:30 00:00:15 00:00:13 00:00:06 < 00:00:01
  19.ConclusioniGenerali.pdf 146.77 Kb 00:00:40 00:00:20 00:00:18 00:00:09 < 00:00:01
  36.Indice.pdf 174.55 Kb 00:00:48 00:00:24 00:00:21 00:00:10 < 00:00:01
Ci sono 28 file riservati su richiesta dell'autore.
Contatta l'autore