Home ETD
banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche
Università di Pisa
Sistema bibliotecario di ateneo
Tesi etd-01292007-193454
Condividi questa tesi: 
 
 

Tipo di tesi Tesi di laurea vecchio ordinamento
Autore Moretti, Marco
Indirizzo email moretti158@interfree.it
URN etd-01292007-193454
Titolo Ecologia alimentare del lupo (Canis lupus) nelle Alpi Occidentali e stima dell’impatto predatorio sulla comunità di ungulati selvatici.
Settore scientifico disciplinare SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI, FACOLTA'
Corso di studi SCIENZE BIOLOGICHE
Commissione
Nome Commissario Qualifica
Natale Emilio Baldaccini Relatore
Marco Apollonio Relatore
Andrea Gazzola Relatore
Parole chiave
  • lupo
  • ecologia
  • alimentare
  • alpi
Data inizio appello 2007-02-26
Disponibilità mixed
Data di rilascio2047-02-26
Riassunto analitico
Lo scopo della ricerca è quello di valutare le abitudini alimentari del lupo (Canis lupus) in un settore delle Alpi Occidentali italiane (Val di Susa, Provincia di Torino) e di evidenziare l’impatto del predatore sulle popolazioni di prede, nel periodo che va dal Maggio 2002 all’Aprile 2004. La comunità degli ungulati selvatici è composta dalle seguenti specie: cervo (Cervus elaphus), capriolo (Capreolus capreolus), camoscio (Rupicapra rupicapra), cinghiale (Sus scrofa), muflone (Ovis orientalis musimon), stambecco (Capra ibex).
Per lo studio della dieta è stato analizzato un campione degli escrementi di lupo ritrovati durante la perlustrazione a piedi di transetti campione, uniformemente distribuiti sul territorio dell’area di studio. L’analisi degli escrementi ha lo scopo di determinare la specie-preda di appartenenza dei resti indigesti (peli, frammenti ossei) presenti nell’escremento stesso. L’analisi della dieta è stata condotta su base stagionale, suddividendo l’anno in due semestri: estate (Maggio-Ottobre) e inverno (Novembre-Aprile).
La seconda parte della ricerca è volta a valutare l’impatto della predazione del lupo sulla popolazione delle principali specie-preda, confrontando le varie cause di mortalità di ogni specie. L’influsso del predatore è stato stimato utilizzando la formula di Nagy, basata sul Field Metabolic Rate (FMR), che stabilisce che un lupo adulto, del peso medio di 32 kg, necessita di 2,6 kg di carne al giorno.
E’ stata inoltre valutata l’importanza degli altri fattori di mortalità, naturali e antropici, degli ungulati selvatici, individuandone il valore percentuale sulla mortalità totale.
File
  Nome file       Dimensione       Tempo di download stimato (Ore:Minuti:Secondi) 
 
 28.8 Modem   56K Modem   ISDN (64 Kb)   ISDN (128 Kb)    piu' di 128 Kb  
  1.Frontespizio.pdf 17.32 Kb 00:00:04 00:00:02 00:00:02 00:00:01 < 00:00:01
  11.Bibliografia.pdf 139.52 Kb 00:00:38 00:00:19 00:00:17 00:00:08 < 00:00:01
  2.Riassunto.pdf 17.46 Kb 00:00:04 00:00:02 00:00:02 00:00:01 < 00:00:01
  3.Abstract.pdf 16.41 Kb 00:00:04 00:00:02 00:00:02 00:00:01 < 00:00:01
  4.Indice.pdf 20.23 Kb 00:00:05 00:00:02 00:00:02 00:00:01 < 00:00:01
  5.Introduzione.pdf 24.57 Kb 00:00:06 00:00:03 00:00:03 00:00:01 < 00:00:01
  6.Biologia_della_specie.pdf 783.90 Kb 00:03:37 00:01:51 00:01:37 00:00:48 00:00:04
  7.Area_di_studio.pdf 390.18 Kb 00:01:48 00:00:55 00:00:48 00:00:24 00:00:02
Ci sono 4 file riservati su richiesta dell'autore.
Contatta l'autore